Bio
Bomba DJ

Bomba Music Bomba Music Bomba Music Bomba Music Bomba Music

Molto, molto tempo fa ...

Ho iniziato a soli 14 anni, nel 1970 in una di quelle cosidette cantine dove ci si ritrovava in compagnia per divertirsi con gli amici e le ragazze, io mi accorsi fin da subito che il mio compito era quello di fare il cambia dischi,quindi ero pronto a far divertire gli amici, i giradischi erano quelli che ti davano con l'abbonamento del Readers-Digest; e le luci psichedeliche erano faretti colorati azionati manualmente con pulsanti elettrici tipo quelli che si adoperavano per accendere e spegnere le luci.

Poi pian piano mi accorsi che non era solo un'avventura momentanea e cosi diventai il "cambia dischi ufficiale" delle varie feste nelle cantine; dove c'era una festa ero li a mettere i dischi.

Bomba MusicCon il passare degli anni intorno ai 18, presi il mio bel borsone con quattro stracci dentro e grazie ad un caro amico che si chiama Alberto Macario, figlio del grande attore Erminio, andai a Roma con lui dove con un pò di scuola di teatro iniziai a fare un tour con un divertente spettacolo di cabaret pieno di gag divertentissime; questo grazie alla "enorme" simpatia dei miei 130 kilogrammi ben portati.

Poi ancora nella mia liguria di ponente continuai a fare il Dee-Jay in alcune discoteche di Sanremo fino a quando, nel 1979, grazie ai Matia Bazar mi trasferii a Milano con loro, dove un manager mi inserì nell'ambiente delleserate nelle discoteche e tv private.

Una delle prime collaborazioni importanti fu quella con Claudio Cecchetto dove registrai la sigla del festival di sanremo del 1981 "il Gioca-Jouer" io ero il personaggio alla blues brothers del filmato. Bella storia :) .. poi ancora altre esperienze televisive a Popcorn a Canale 5, che allora si chiamava Canale58 di Silvio Berlusconi, Tele lombardia, Antenna Tre fino ad per approdare in RAI con Discoring al fianco di Stefania Rotolo e Sammy Barbot.

Bomba MusicUn'altra bella esperienza fu quella di una canzone per bambini scritta da Franco Migliacci sigla di un programma televisivo su Rai1. La canzone si intitola FanBernardo (più in basso nella pagina, la potete ascoltare) ed è la storia di un cane fantascientifico che girava nello spazio. Fu in quell'occasione che firmai il mio primo contratto discografico con la RCA, e d'improvviso mi ritrovai catapultato in mezzo a personaggi come Renato Zero, Pooh, Paolo Conte e altri.

Ancora diversi tour in discoteche famose insieme a Claudio Cecchetto dove io facevo da spalla mixando i dischi per la serata. Ed ancora collaborazioni con personaggi quali Pooh, Miguel Bosè, Renato Zero.

Poi dal 1990 in poi mi stabilizzai nella mia città, Bordighera e da li iniziai a lavorare in locali nel Principato di Monaco, come il Jimmy'z, Living Room, XClub, Paradise e molti altri ancora; ma soprattutto al noto Ristorante American Bar "Maxim's" di Montecarlo.

Iniziarono gli eventi in feste private in lussuose ville di personaggi aristocratici in Costa Azzurra, matrimoni importanti e compleanni di V.I.P. in lussuosi alberghi e locali di Montecarlo.

La mia attività continua ancora oggi. Umilmente e professionalemente svolgo questo "mestiere" da oltre 40 anni e non credo che smetterò mai.
LA MUSICA è LA COLONNA SONORA DELLA MIA VITA .

Il mago, la Fata e la Zucca Bacata
FanBernardo (1979)

Il Mago, la Fata e la Zucca Bacata è stato un gruppo musicale interprete di sigle televisive di anime, tra cui Chobin e Carletto il principe dei mostri. Attivo dal 1979 al 1983, il gruppo era composto dagli interpreti Antonello Baranta, Fiammetta Tombolato, Roberta Petteruti, Bomba DJ (al secolo Alberto Calcopietro), Patrizia Tapparelli e Mauro Goldsand, che si occupava anche degli arrangiamenti. Franco Migliacci e Aldo Macchiarella si alternavano alla stesura dei testi mentre Nora Orlandi dirigeva i cori nei quali erano presenti i piccoli Ernesto Migliacci e Laura Migliacci. Altri arrangiatori della RCA si sono alternati alla realizzazione delle sigle tra cui Luigi Peguri ed Enrico Zanelli.

Claudio Cecchetto
Gioca Jouer (1981)

Gioca Jouer è il ballo di gruppo e anche l'omonimo 45 giri portato al successo dal disc-jockey Claudio Cecchetto e scritto da Tony Martucci, Gualtiero Malgoni e Claudio Simonetti e prodotto da Giancarlo Meo registrato e mixato da Marco Covaccioli nel 1981. Il brano è stato anche la sigla del Festival di Sanremo 1981, presentato dallo stesso Cecchetto con Eleonora Vallone, figlia dell'attore Raf Vallone. Il brano rimase in vetta in classifica per mesi. Nel 2007 è stato tradotto in francese, inglese, spagnolo, tedesco e cinese girando un video per festeggiare i 25 anni del ballo di gruppo.

NB) Io sono il personaggio vestito alla "Blues Brothers" nel video orginale girato a Sanremo.